11.12.17

IL GIORNO DEL GRAZIE


LA FARSA DEI DIRITTI UMANI

di Gianni Lannes

La violenza ovunque, soprattutto la persecuzione dei bambini protetti solo sulla carta. Tanti popoli prigionieri della guerra, l'Italia militarizzata e nuclearizzata dall'alleato a stelle e strisce, atti barbarici compiuti su persone indifese, mucchi di cadaveri ripescati dal Mediterraneo, bambini con il volto sfigurato dalla fame e dalle sofferenze, persone uccise, torturate, vendute come schiavi, stupri, anziani abbandonati alla peggior solitudine, donne e uomini che perdono il lavoro, giovani che non lo trovano, donne violentate e uccise in famiglia, famiglie che non hanno casa, persone che non riescono a curarsi, giornalisti ammazzati e perseguitati dalle mafie nonché dalla criminalità istituzionale, beni comuni privatizzati, terra, aria, acqua e cibo annichiliti.

VACCINAZIONI FUORILEGGE





di Gianni Lannes

L'Italia ha solo eseguito ancora una volta un ordine d'oltre Atlantico, al fine di annichilire la nostra infanzia e gioventù. Comunque, in punta di diritto, dopo il verdetto negativo della Consulta la partita non è affatto chiusa. Anzi, potremmo dare anche lo scacco al re, e infine infliggergli lo scacco matto. Le pronunce di rigetto non equivalgono a sentenze di conformità costituzionale della legge impugnata: si limitano infatti a dichiarare infondata la questione presentata in relazione ai parametri chiamati in causa dalla regione Veneto e da alcune associazioni.

Ora, a ben vedere, alla luce di un significativo pronunciamento della stessa Consulta risalente al 2007, è possibile trovare dei profili che consentano di riportare in un lampo la legge 119 del 31 luglio 2017, nonché il decreto legge 73 del 7 giugno scorso dinanzi al giudice della legittimità costituzionale, al fine di stracciare questa norma liberticida.

AVVELENAMENTO DELL’ARIA

Puglia, 10 dicembre 2017, ore 12:30

di Gianni Lannes

Ormai anche i ciechi vedono l’aerosolchemioterapia bellica che va in onda in Europa dal 2002, su larga scala, grazie alla compiacenza di governi fantoccio sotto il tallone dello zio Sam. Si tratta di aerei che a bassa quota nelle aerovie militari, quasi in rotta di collisione (come si evince dalle fotografie) irrorano i centri abitati, in palese violazione della convenzione Enmod dell’ONU (risalente al 1978) ratificata dall’Italia con la legge 962 del 1980, promulgata dal presidente della Repubblica Sandro Pertini. E poi c’è Renzi che in tivvù, qualche anno addietro ha minacciato addirittura di trattamento sanitario obbligatorio, i tesserati del piddì che osano denunciare il fenomeno. La nocività ambientale è una strategia di dominio globale dell'umanità: un crimine contro l'umanità.

VACCINI: L'ULTIMA INCHIESTA

Questo diario internautico autofinanziato dall'autore, attivato nel 2012 ha totalizzato a tutt'oggi 14 milioni e mezzo di visualizzazioni, ed ha fornito gratuitamente informazioni e contenuti, in cambio di fango e letame. E' giunta l'ora che i lettori sostengano l'impresa, altrimenti questa esperienza sarà archiviata il 31 dicembre 2017. Un'indagine giornalistica realizzata sul campo costa fatica, tempo, rischio, sudore e denaro. Per 5 anni consecutivi l'attenzione per le pratiche vaccinali fuorilegge in Italia è stata ininterrotta:

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=vaccini

La ricerca indipendente va aiutata concretamente. Chi volesse sostenere questo progetto di informazione libera e indipendente, può fare una donazione al seguente conto corrente di Poste italiane:

       iban:


IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742

VIETATO PARLARE DI VACCINAZIONI DITTATORIALI A SCUOLA





di Gianni Lannes


Nel belpaese è vietato parlare, è vietato pensare, è vietato comunicare. Vaccinazione fa per caso rima con corruzione? Chi ha dato a Matteo Renzi, e perché o in cambio di che, ben 5,5 milioni di euro, depositati nei conti della fondazione Open? La gente non deve sapere: l'articolo 21 della Costituzione repubblicana ("Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero") . I servi della casta parassitaria per antonomasia, arroganti e tracotanti hanno paura della verità e del confronto dialettico. Nessun ragionevole dubbio: togliere la parola a chi racconta i fatti documentati e comprovati. Accade in Puglia sotto il richiamo del pd va in onda la censura preventiva. Dopo il virus del fango su chi osa mettere criticamente  in discussione il dogma vaccinale, scatta il divieto tracimato dalle frattaglie locali del partito democratico. E si scomoda anche la ministra senza laurea della “pubblica istruzione”, tale Fedeli, che ha negato all’ultimo momento l’uso dell’auditorium della scuola pubblica Caramia a Locorotondo. Anche il sindaco Tommaso Scatigna si è tirato indietro all’ultimo istante, dopo le pressioni di un consigliere regionale del piddì. Fabiano Amati nel 2016, prima della deriva totalitaria imposta dal decreto scritto da chi intasca soldi dai produttori di vaccini, aveva presentato una proposta di legge regionale per estendere l’obbligo vaccinale a danno di neonati, bambini e adolescenti sani in terra levantina.

9.12.17

VACCINAZIONI TOTALITARIE: LA CENSURA






di Gianni Lannes

Accade in Puglia a Locorotondo, dalle parti del feudo elettorale del consigliere regionale Amati, già propugnatore di una proposta di legge nel 2016 per l'obbligatorietà vaccinale dei minori. I soliti vaccinisti ad oltranza del piddì pretendono addirittura di impedire la realizzazione di un convegno sul tema della vaccinazione forzata in Italia, coadiuvati dagli analfabeti funzionali locali del foglio la repubblica, e da qualche camice sbiancato sul libro paga di chi fabbrica i vaccini. Insomma, l'ennesima farsa negazionista.

Nella teoria dell'argomentazione si chiama "avvelenamento del pozzo" la procedura di delegittimazione che investe tutto ciò che una persona afferma (Argumentum ad hominem). E' solo una delle innumerevoli forme di fallacia, ossia di mossa argomentativa corretta solo in apparenza che occulta l'erroneità logica dei negazionisti prezzolati e non, allo scopo di ingannare le persone.
La fabbrica del falso: ecco gli analfabeti funzionali al sistema di potere, assoldati dal ministero della verità assoluta. 

5.12.17

4.12.17

GIANNI LANNES ALLA FIERA DEL LIBRO DI ROMA



VACCINARE



IBM: DA HITLER A RENZI





Boston, 31 marzo 2016:
seduti da sinistra: Erich Clementi, SVP, IBM Europa, Ivan Scalfarotto, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio italiano; in piedi da sinistra: Ginni Rometty, Chairman, Presidente e CEO di IBM; Matteo Renzi, primo ministro italiano.

di Gianni Lannes

Il controllo sociale, anzi quello genetico, peggio eugenetico: la storia si ripete, ieri come oggi. Esiste una relazione con la vaccinazione obbligatoria di massa introdotta di recente con il decreto legge 73/2017 e la legge 119/2017? Alla voce alto tradimento. Il 31 marzo 2016 Renzi e Scalfarotto senza alcun mandato elettorale, senza alcuna autorizzazione del Parlamento, senza aver prima informato il garante per la protezione dei dati personali, mentre l'IBM seguitava a licenziare personale italiano (300 dipendenti in un colpo solo), hanno sottoscritto un accordo, mai portato all'attenzione ufficiale del Parlamento, per la cessione alla multinazionale straniera IBM dei dati sensibili sanitari della popolazione italiana. “Agreement for the planned Watson Health European Center of Excellence in Milan": in cambio di un investimento di appena 150 milioni di dollari a Segrate. Si tratta del progetto Watson, dal nome del presidente di questa corporation già in fiorenti affari con il nazismo.

30.11.17

IBM: SCHEDATURA DEL POPOLO ITALIANO






Boston, 31 marzo 2016:
seduti da sinistra: Erich Clementi, SVP, IBM Europa, Ivan Scalfarotto, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio italiano; in piedi da sinistra: Ginni Rometty, Chairman, Presidente e CEO di IBM; Matteo Renzi, primo ministro italiano.


di Gianni Lannes

Quando latitano gli anticorpi naturali la storia si ripete nell’indifferenza generale. A breve si arriverà in Europa al numero tatuato sul braccio e la foto di un virus o batterio saltellante appuntata sul petto per distinguere la razza inferiore. Un regime totalitario necessita del controllo capillare delle informazioni personali. Il paradigma non è più la società bensì il campo di concentramento, il riferimento culturale non è più Atene ma Auschwitz.


COME IN CIELO COSI' IN TERRA


 

di Gianni Lannes

Aerosolchemioterapia bellica in corso: occhio al pensiero unico. Mentre la NATO irrora impunemente i cieli d'Europa, i popoli del vecchio continente si beccano altri 5 anni di avvelenamento legalizzato della terra. Glifosato, tanto rumore per nulla: l'Ue rinnova la licenza per il veleno nei campi. Sì al commercio per un altro lustro. Diciotto Stati hanno votato a favore, nove contro, tra cui l'Italia, che però aveva approvato la relazione delle agenzie Ue. 


AFFARI FARMACEUTICI: ITALIA/INDIA